Stern

Rubrica scientificaL’intralifting a radiofrequenza di ultima generazione: Therma D.A.S. (Technolux srl, Milano)

Perchè ricorrere alla chirurgia estetica invasiva quando si può ottenere un risultato eccellente grazie all' Intralifting?

Prof. Dr. Fulvio Tomaselli

L’intralifting a radiofrequenza di ultima generazione: Therma D.A.S. (Technolux srl, Milano)

Endo D.A.S. e D.A.S. ProPlasma riuniti nel Sistema Therma D.A.S. (DermoAblation Surgery) consentono due modalità operative la cui sinergia porta, nella medesima seduta, ad ottenere in tempi brevi risultati immediati e duraturi. Le applicazioni del sistema vanno dal miglioramento della texture cutanea, al face-contouring, alle lassità cutanee localizzate, ad esempio collo, ginocchia, braccia.

Di particolare interesse la possibilità di realizzare in pochi minuti un minilifting del volto, che non sarà paragonabile al lifting chirurgico, ma che potrà ritardare di alcuni anni l’utilità dello stesso, mantenendo un aspetto tonico del volto. Accurati ritocchi periodici, uniti a protocolli idonei, sono raccomandati per ottimizzare la metodica nel tempo. Therma D.A.S. permette un’ampia scelta metodologica, adeguando i parametri in base al trattamento prescelto e alle caratteristiche di aging e fototipo individuali.

Vediamo nel dettaglio in cosa consiste il Lifting non chirurgico del volto e la tonificazione cutanea distrettuale. La metodologia è molto semplice e sopportabile da ogni paziente. Le applicazioni sono molteplici, legate alla necessità individuale e all’esperienza del Medico. Possono essere sottoposte a trattamento pazienti di ogni età, dopo adeguata informazione e consenso.

La Radiofrequenza endodermica termoregolata viene veicolata da una sonda monouso della lunghezza di 75 mm, connessa ad un apposito manipolo, che viene introdotta attraverso una breccia cutanea realizzata con un ago 18G. La procedura non necessita di anestesia, eventualmente una crema/gel applicata almeno 20 minuti prima sull’area da trattare. Successivamente, vengono segnate con matita dermografica le direttrici utili per il sollevamento cutaneo, disegnando un ventaglio. Dopo il posizionamento della sonda, la sua attivazione sarà retrograda lasciando in posizione la parte attiva apicale (1 cm circa) per almeno 30sec passati i quali si retrarrà di cm in cm sino al completamento della linea di riferimento. L’emissione di onde elettromagnetiche provoca un innalzamento controllato della temperatura a livello dermico e ipodermico fino al raggiungimento di quella terapeutica utile. L’incremento della temperatura provoca una denaturazione delle fibre collagene (in una percentuale compresa dal 5 al 30%), con la conseguente contrazione delle fibre stesse che si protrae per i quattro-sei mesi successivi.  Inoltre realizza una stimolazione dei fibroblasti con successiva nuova sintesi di collagene di sostegno.

Al termine del trattamento, il/la paziente potrà tornare alle sue normali attività giornaliere, in quanto il lieve gonfiore indotto è destinato a scomparire in poche ore. Infine, oltre ad avere un effetto immediato di turgore della cute, con il passare dei giorni/settimane si otterrà il massimo dei benefici con estrema naturalezza.

Personalmente, lo consiglio a quanti presentino cedimenti cutanei anche localizzati (guance) non allineati con l’età anagrafica, piccole rughe perioculari (zampe di gallina) o desiderino migliorare senza eccessivi interventi il tono e la texture del loro volto e non solo.

ThermaD.A.S. (Dermo Ablation Surgery)

Domande per l' Esperto

    Open chat